Perché gli sposi regalano i confetti?

👉 La parola “confetto” deriva dalla parola latina “conficere” che possiamo tradurre con “confezionare” o “fabbricare”.

⏳ Nell’antica Roma, al termine della cerimonia, gli invitati erano soliti omaggiare gli sposi con delle caramelle, in particolare con della frutta secca ricoperta di miele, in segno di buon auspicio e augurio di una vita ricca e fortunata e, secondo altre fonti, gli ospiti lanciavano le caramelle addosso agli sposi.

 

 

Ma i confetti come li abbiamo oggi da dove derivano quindi?🤔

⏳ Per scoprirlo facciamo un salto nel Medioevo e in particolare al XV secolo che, con la scoperta dell’America, vede anche le prime importazioni di zucchero in Europa: è proprio lo zucchero, insieme alle mandorle, l’ingrediente essenziale per questi piccoli peccati di gola.

Se nelle prime usanze i confetti venivano regalati dagli invitati agli sposi, con il passare del tempo la tradizione ribalta i ruoli e gli attori 🔁

 

Quanti devono essere i confetti?

😁 Potrà sembrare curioso ma il numero dei confetti non è affatto casuale e, secondo l’usanza, devono essere consegnati sempre in numero dispari:

👉 Gli sposi potranno quindi consegnare ai propri ospiti 1️⃣ confetto simbolo dell’indissolubilità della coppia, 3️⃣ confetti per simboleggiare la coppia e il primo figlio o figlia (assumendo quindi valore di augurio e fertilità) oppure 5️⃣ confetti, come augurio di salute, fertilità, lunga vita, felicità e ricchezza.

E a te piacciono i confetti? Ma soprattutto, hai deciso in quale occasione usarli? Organizza il tuo evento a Tenuta Ippocrate, scoprirai come potremo rendere unica la tua festa!

 

Contattaci su WhatsApp 👈per avere maggiori informazioni

Prenota il tuo soggiorno

 
Prenota il tuo soggiorno