Matrimonio Green a km0: quando si è ecosostenibile

L’emergenza Covid ha sicuramente messo le ali ai matrimoni green ed eco-compatibili, ma le nozze all’aperto e a Km 0 non sono certo una novità. Basti pensare che c’è addirittura una definizione ufficiale del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente che classifica un evento come sostenibile se “ideato, pianificato e realizzato in modo da minimizzare l’impatto negativo sull’ambiente e da lasciare una eredità positiva alla comunità che lo ospita”.

Ma come si organizza un matrimonio green? Partiamo dalle location: mettere su un evento con un basso impatto ambientale vuole dire limitare al massimo gli spostamenti e, quindi, optare per location vicine tra loro, a partire dal luogo di celebrazione e quello di ricevimento e festeggiamento.

E poi, naturalmente, spazio al verde e ai luoghi all’aperto per festeggiare in tutta sicurezza. “Tenuta Ippocrate”, con le tante aree e soluzioni a contatto con la natura, è sicuramente l’idea giusta per un matrimonio alternativo, celebrato magari in vigna, a diretto contatto con una delle produzioni di eccellenza dell’azienda irpina, o all’ombra dei noccioleti.

Un matrimonio eco-sostenibile non può prescindere dalla filosofia del “km O” che deve guidare la scelta del cibo e dei vini. “Terre di Ippocrate” è il marchio di prodotti Bio di eccellenza, ottenuti da materie prime naturali non contaminate che assicurano, nel tempo, salute e benessere. È il caso degli straordinari vini irpini: il Fiano di Avellino D.O.C.G., l’Aglianico Irpinia D.O.C. e il Greco di Tufo D.O.C. per un viaggio dal sapore avvolgente nella migliore tradizione irpina.

Sullo sfondo, a fare da cornice al giorno più bello, il panorama mozzafiato di una terra ancora in buona parte incontaminata, con i suoi colori avvolgenti e una luce di rara bellezza.

Prenota il tuo soggiorno

 
Prenota il tuo soggiorno